Bando fondo sociale 2010
Bando di concorso per l'erogazione dei contributi del Fondo Sociale per il pagamento dell'affitto - Anno 2010 - Art. 11 Legge n. 431/98 - Art. 38 e 39 Legge Reg.le n. 24/01.
  
REQUISITI
Sono ammessi all'erogazione dei contributi i soggetti che alla data della presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:
- Cittadinanza italiana, oppure Cittadinanza in uno Stato appartenente all'Unione Europea, oppure, Cittadinanza di uno stato non appartenente all'Unione Europea per gli stranieri che siano muniti di permesso di soggiorno o carta di soggiorno ai sensi del D,lgs. N. 286/98 e successive modifiche;
- Titolarità , in capo ad un componente il nucleo familiare richiedente, di un contratto di locazione ad uso abitativo per un alloggio sito nel Comune di Mesola, stipulato ai sensi dell'ordinamento vigente al momento della stipulazione e regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate;
- Titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa a proprietà indivisa qualora siano presenti le condizioni previste dal Bando di concorso;
- Residenza anagrafica nel Comune di Mesola, alla data della presentazione della domanda, nonchè nell'alloggio oggetto del contratto di locazione;
- Non essere assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica o alloggio comunale, salvo i casi previsti dal Bando di concorso;
-  Non essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggio situato nella provincia di Ferrara. Le seguenti condizioni non sono causa di esclusione dal contributo sull'affitto:
a) titolarità di un diritto reale di "nuda proprietà";
b) titolarità di una quota su un alloggio non superiore al 50%;
c) titolarità di una quota su più alloggi purchè le quote singolarmente prese non siano superiori al 50%;
d) alloggio accatastato presso l'Ufficio Tecnico Erariale come inagibile oppure provvedimento del Sindaco che dichiari la inagibilità oppure la inabitabilità dell'alloggio;
e) concessione dell'uso dell'alloggio in comodato gratuito a parenti fino al terzo grado ed affini sino al
secondo grado, non facenti parte del nucleo familiare ai fini I.S.E.E.. I soggetti, a favore dei quali è stato    concesso l'uso dell'alloggio in comodato gratuito devono essere residenti nell'alloggio stesso;
f) alloggio non adeguato alle esigenze del nucleo familiare. Si intende adeguato un alloggio di superficie utile  almeno pari a 30 mq, con ulteriori 15 mq per ogni componente oltre i primi due. La superficie utile (calpestabile) deve essere calcolata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni e si arrotonda al metro quadrato superiore.
- Patrimonio mobiliare familiare complessivo non superiore a Euro 35.000,00;
- Valore I.S.E. calcolato ai sensi del D.lgs. n. 109/98, così come modificato dal D.lgs. n. 130/2000,  non superiore  a Euro 34.310,00 ;
- Valore I.S.E.E. (Indicatore Situazione Economica Equivalente), valore I.S.E. (Indicatore Situazione Economica) e incidenza del canone annuo, al netto degli oneri accessori, sul valore I.S.E., calcolati ai sensi del D.Lgs. n. 109/98, così come modificato dal D.Lgs. n. 130/2000, rientranti entro i valori di seguito indicati:
 
FASCIA VALORE ISE  INCIDENZA CANONE/VALORE ISE
Fascia A Fino a Euro 11.920,00  Non inferiore al 14%
FASCIA VALORE ISEE  VALORE ISE  INCIDENZA CANONE/
 VALORE ISE
Fascia B
Non superiore
a Euro 17.155,00
 da Euro 11.920,01
 a Euro 34.310,00 
 Non inferiore al 24%
  
Ai soli fini del Fondo regionale per la locazione, il valore I.S.E.E. della tabella di cui al precedente punto, risultante dall'attestazione rilasciata dall'INPS e relativo alla collocazione nella fascia B, è diminuito del 20% in presenza di uno dei seguenti requisiti:
a) presenza di un solo reddito derivante da solo lavoro dipendente e/o da pensione;
b) presenza di uno o più redditi da sola pensione e presenza di almeno un componente di età superiore a 65 anni.
Le condizioni di cui alle lettere precedenti non sono tra loro cumulabili.
 
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande devono essere presentate entro SABATO 21 Giugno  2010.
La domanda per l'ammissione all'erogazione dei contributi, sottoscritta dal titolare del contratto di locazione, deve essere presentata in forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, compilata unicamente su moduli predisposti dal Comune di MESOLA ed in distribuzione presso l'ufficio ¿' Servizi Sociali'' - tel. 0533 997911/993719 - dal Lunedì al Sabato dalle ore 8,00  alle ore 13,00.
I moduli di domanda sono reperibili, unitamente al testo completo del Bando di concorso, sul sito internet del Comune di Mesola
www.comune.mesola.fe.it
La domanda va presentata, o inviata a mezzo raccomandata A.R., (in tal caso farà fede la data del timbro postale) al sopracitato Ufficio entro e non oltre Sabato  21 Giugno 2010.
Nel caso di invio della domanda tramite servizio postale occorre allegare copia di un documento d'identità del richiedente.
Alla domanda dovrà essere allegata copia dell'attestazione I.S.E.E., ai sensi del D.Lgs. n. 109/98, così come modificato dal D.Lgs. n. 130/2000, oppure copia della dichiarazione sostitutiva unica, rilasciata ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. n. 109/98 e successive modificazioni, redatta secondo il modello tipo approvato con il D.P.C.M. del 18.5.2001 (G.U. n. 155 del 6/7/2001).
Per ottenere l'attestazione I.S.E.E. il richiedente può rivolgersi ai C.A.A.F. (Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale)- convenzionati con l'INPS - che presteranno assistenza gratuitamente.
Si precisa che, ai fini dell'attestazione ISE/ISEE, il reddito di riferimento è il reddito complessivo dichiarato ai fini IRPEF, relativo agli anni 2008 e/o 2009, quale risulta dall'ultima dichiarazione dei redditi presentata (Modello 730 o Modello Unico) o dall'ultima certificazione sostitutiva (Modello CUD) se non è stata presentata la dichiarazione.
 
Mesola li  8 Maggio 2010
           
L'Amm.ne Comunale

 
Data ultimo aggiornamento: 20/01/2018
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0